X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 26 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Prescrizione lunga per l’azione di responsabilità del commissario straordinario

/ Antonio NICOTRA

Lunedì, 26 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’azione di responsabilità promossa contro il curatore fallimentare che sia stato revocato, a norma dell’art. 38 del RD 267/42, ha natura contrattuale, in considerazione del rapporto (equiparabile lato sensu al mandato) e del suo ricollegarsi alla violazione degli obblighi posti dalla legge a carico dell’organo concorsuale, con la conseguenza che essa è soggetta all’ordinario termine di prescrizione decennale, a decorrere dal giorno della sostituzione del curatore revocato (cfr. Cass. n. 13597/2020, Cass. n. 16589/2019 e Cass. n. 25687/2018).

Tale principio trova applicazione anche per il commissario straordinario nella procedura di amministrazione straordinaria, in ragione del richiamo dell’art. 38 del RD 267/42 ad opera degli artt. 199 comma 2 del RD 267/42

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU