X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La parziale inottemperanza di inviti e richieste legittima l’induttivo

Equiparazione tra mancata produzione e produzione parziale

/ Alice BOANO

Lunedì, 29 novembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’accertamento induttivo extra-contabile di cui all’art. 39 comma 2 lett. d-bis) del DPR 600/73 è legittimo ove il contribuente non abbia dato seguito alle richieste e agli inviti eseguiti ai sensi dell’art. 32 del DPR 600/73. Le medesime conclusioni possono essere raggiunte anche nel caso di parziale o incompleta ottemperanza.
A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione in occasione della recente pronuncia n. 32629 del 9 novembre 2021.

In base agli artt. 39 comma 2 del DPR 600/73 e 55 del DPR 633/72, il reddito e/o le operazioni imponibili possono essere determinati dagli uffici finanziari in via induttiva.
In virtù dei poteri loro conferiti dall’art. 32 del DPR 600/73, gli uffici finanziari possono, tra l’altro, invitare i contribuenti, indicandone il motivo, a ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU