Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Confermata la riduzione di accise e IVA sui carburanti sino al 2 agosto

/ REDAZIONE

Sabato, 2 luglio 2022

x
STAMPA

Nella giornata di ieri, il Dipartimento delle Finanze ha reso noto che, in data 24 giugno 2022, il Ministro dell’Economia e delle finanze ha firmato un decreto che prevede riduzioni, per il periodo dal 9 luglio al 2 agosto 2022, delle imposte su determinati prodotti energetici usati come carburanti. Il decreto ministeriale è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Con riguardo al citato periodo, le seguenti aliquote di accisa sono riterminate nella misura indicata:
- benzina: 478,40 euro per mille litri;
- oli da gas o gasolio usato come carburante: 367,40 euro per mille litri;
- gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti: 182,61 euro per mille chilogrammi;
- gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo.

Inoltre, l’aliquota IVA da applicare al gas naturale usato per autotrazione è fissata in misura pari al 5%.
Per lo stesso lasso temporale, non trova applicazione l’aliquota di accisa sul gasolio commerciale usato come carburante, di cui al n. 4-bis della Tabella A allegata al DLgs. 504/95.

Gli esercenti i depositi commerciali di prodotti energetici assoggettati ad accisa e gli esercenti gli impianti di distribuzione stradale di carburanti trasmettono, entro il 9 agosto 2022, all’ufficio competente per territorio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, i dati relativi ai quantitativi dei citati prodotti usati come carburante giacenti nei serbatoi dei relativi depositi e impianti alla data del 2 agosto 2022.

Si ricorda che riduzioni analoghe di accisa e IVA sui carburanti sono già state previste, sino al giorno 8 luglio 2022, dall’art. 1-bis del DL 21/2022 (conv. L. 51/2022).

TORNA SU