ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Cessione di immobili ristrutturati ad aliquota IVA variabile

/ Luca BILANCINI e Emanuele GRECO

Giovedì, 20 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’esecuzione di interventi di recupero sui fabbricati (come il restauro e risanamento o la ristrutturazione edilizia), ai quali faccia seguito la cessione del bene, si caratterizza per alcune particolarità nell’applicazione dell’IVA.

In primo luogo, se la cessione avviene entro cinque anni dall’ultimazione dei lavori, vi è l’obbligo di avvalersi del regime di imponibilità, sia per i fabbricati abitativi (categoria catastale A, eccetto A/10), sia per quelli strumentali (categorie A/10 e gruppi catastali B, C, D, E).
Lo prevede l’art. 10 comma 1 nn. 8-bis) e 8-ter) del DPR 633/72, escludendo dal regime di esenzione IVA le cessioni effettuate dalle imprese che “hanno eseguito, anche tramite imprese appaltatrici, gli interventi di cui all’art. 3 comma

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU