X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Professionisti alla prova dell’autonoma organizzazione

/ Luca FORNERO

Venerdì, 16 aprile 2010

x
STAMPA

Prima di procedere alla redazione della dichiarazione IRAP 2010 e all’effettuazione dei relativi versamenti, i professionisti devono verificare se, con riferimento al periodo d’imposta 2009, possano ritenersi privi di “autonoma organizzazione” e, come tali, considerarsi esclusi dall’obbligo di corresponsione del tributo.

Normativamente, l’esenzione è prevista soltanto per i contribuenti che si avvalgono del c.d. regime dei minimi, previsto dall’art. 1, commi 96-117 della L. 244/2007 (Finanziaria 2008). Peraltro, la circolare dell’Agenzia delle Entrate 13 giugno 2008 n. 45 (§ 5.4.2) ha precisato che il presupposto dell’autonoma organizzazione può considerarsi insussistente anche per quegli artisti e quei professionisti che soddisfano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU