X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rebus individuazione della controparte nei ricorsi contro le cartelle

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 5 agosto 2010

I ricorsi avverso le cartelle di pagamento comportano notevoli problematiche sul versante processuale, e ciò deriva dal fatto che, nella riscossione dei tributi, sono coinvolte due parti pubbliche: l’ente impositore (Agenzia delle Entrate, Dogane, Comuni), che iscrive a ruolo le somme, e l’Agente della Riscossione, a cui è demandata la funzione esecutiva e la notifica della cartella.
In generale, se il ricorso riguarda vizi riconducibili all’ente impositore (errori derivanti dalla liquidazione automatica, inosservanza della riscossione frazionata, omesso invio della “comunicazione bonaria”, irrituale notifica dell’atto “presupposto”), il ricorso va notificato a quest’ultimo, mentre ove il vizio sia imputabile a Equitalia (notifica della

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU