X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

False «scommesse» su contratti di prestito titoli, evasi 300 milioni di euro

Dall’inizio dell’anno, l’Agenzia delle Entrate ha individuato oltre 200 società dedite all’utilizzo deviato degli «stock lending»

/ Rossella QUARANTA

Sabato, 21 agosto 2010

L’evasione si evolve e genera costantemente nuovi trucchi per aggirare il Fisco, ma non sempre l’inganno sfugge all’Amministrazione finanziaria. È il caso, emerso ieri, di un giro di false scommesse associate a contratti di prestito titoli. Nel mirino della task force Antifrode dell’Agenzia delle Entrate sono finite, così, oltre 200 società italiane, colpevoli di aver gestito una serie di operazioni sospette con imprese estere, situate in prevalenza nell’Europa orientale e a Madeira

Nei primi mesi del 2010, stando ai dati del Fisco, questa “nuova generazione” di evasori fiscali, camuffati da giocatori d’azzardo, ha sottratto all’Erario imposte dirette per un ammontare complessivo di oltre 300 milioni di euro. Il sofisticato meccanismo, ormai ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU