Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

FISCO

Ancora «critica» la trasformazione delle imposte anticipate in crediti

L’ABI ripercorre i chiarimenti forniti dall’Agenzia con la circ. 37/2012 ed evidenzia le criticità ancora pendenti auspicando ulteriori delucidazioni

/ Elena SPAGNOL

Lunedì, 31 dicembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’ABI, con la circ. del 19 dicembre 2012 n. 19, ripercorre la disciplina del credito d’imposta derivante dalla trasformazione di attività per imposte anticipate iscritte in bilancio, introdotta dall’art. 2, commi 55-58 del DL 225/2010 e modificata dall’art. 9 del DL 201/2011, commentando le risposte fornite dall’Agenzia delle Entrate con la circ. del 28 settembre 2012 n. 37 e mettendo in evidenza le criticità ancora pendenti, in merito alle quali auspica un ulteriore intervento chiarificatore delle competenti autorità in tempi rapidi.

Dopo aver analizzato lo scopo dell’introduzione della normativa, l’ABI si sofferma sul trattamento contabile delle DTA trasformate e sull’ambito oggettivo dell’art. 2, commi 55-58 del DL 225/2010. Premesso che ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU