Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Perizia di rivalutazione dei terreni valida anche se redatta dopo la compravendita

Secondo la giurisprudenza è sufficiente che sia asseverata entro il termine stabilito dalla legge

/ Antonio PICCOLO

Martedì, 11 febbraio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La perizia per la rideterminazione dei valori di acquisto dei terreni edificabili e con destinazione agricola, di cui all’art. 7 della L. n. 448/2001 (Finanziaria 2002), è valida e produce i suoi effetti anche se è stata redatta e giurata successivamente alla data di compravendita immobiliare, purché entro il termine di legge. Lo ha riaffermato la Cassazione che, con ordinanza n. 26714 depositata il 28 novembre 2013, ha respinto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate.

La pronuncia in rassegna, sia pure dal contenuto stringato, consolida il principio di diritto che, come già evidenziato su Eutekne.info (si veda “Per una «nuova» rivalutazione dei terreni, perizia entro il 1° luglio” del 6 febbraio 2013), va nella direzione opposta alla tesi del Fisco, espressa nella circ. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU