Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Ai sindaci anche il controllo dei bilanci approvati prima della loro nomina

La Cassazione precisa gli obblighi di controllo, reputando irrilevante, rispetto al bilancio, il momento della nomina e la mancata comunicazione

/ Maurizio MEOLI

Giovedì, 15 maggio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli obblighi di controllo e vigilanza dei sindaci sono da esplicare anche in relazione ad un bilancio approvato prima della loro nomina ed a prescindere dal fatto che esso non sia stato loro tempestivamente comunicato.
Ad affermarlo è la Corte di Cassazione nella sentenza di ieri, 14 maggio 2014, n. 10452.

Il curatore fallimentare di una società (cooperativa a responsabilità limitata) conveniva in giudizio gli amministratori ed i sindaci che si erano succeduti nella gestione e nel controllo della stessa chiedendone la condanna al risarcimento dei danni derivati dalla prosecuzione dell’attività a fronte della perdita dell’intero capitale sociale. Tale situazione, in particolare, era emersa dal bilancio al 31 dicembre 1979, con conseguente integrazione di una causa di scioglimento della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU