X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Libro della revisione da conservare anche dopo la chiusura

/ Silvia LATORRACA

Venerdì, 13 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

I principi di revisione impongono al soggetto incaricato della revisione, come noto, di predisporre, in relazione a ciascun incarico, un’apposita documentazione (le cosiddette carte di lavoro), all’interno della quale devono essere formalizzate le procedure di revisione svolte, gli elementi probativi raccolti e le conclusioni raggiunte dal revisore.
Le regole di comportamento per la predisposizione della carte di lavoro sono contenute, in massima parte, nel principio di revisione CNDCEC n. 230. Ulteriori indicazioni sono, poi, fornite da altri principi di revisione.
In estrema sintesi, le carte di lavoro devono fornire una sufficiente ed appropriata evidenza degli elementi a supporto della Relazione di revisione, nonché l’evidenza che il lavoro di revisione è stato svolto in ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU