X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Resta la responsabilità solidale per le retribuzioni negli appalti

Il decreto semplificazioni delinea meglio la disciplina di cui all’art. 29 del DLgs. 276/2003

/ Alessandro BORGOGLIO

Lunedì, 15 dicembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dal 13 dicembre, sono entrate in vigore le disposizioni del DLgs. 175/2014 sulle semplificazioni fiscali, che espungono definitivamente dall’ordinamento le norme riguardanti la disciplina della responsabilità solidale negli appalti introdotta dal DL 83/2012 nell’ambito del DL 223/2006.

In verità, nella sua formulazione originaria di cui all’art. 35, commi da 28 a 28-ter del DL 223/2006, il regime prevedeva il vincolo di solidarietà sia per l’IVA che per le ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente, ma già l’art. 50 del DL 69/2013 aveva abrogato le disposizioni sull’IVA e, quindi, dal 22 giugno 2013, era rimasta la sola responsabilità solidale per le ritenute fiscali. L’art. 28, comma 1 del DLgs. 175/2014 ha abrogato anche la residua ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU