X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 28 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Premi del personale e derivazione rafforzata, deducibilità guidata dagli OIC

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Giovedì, 7 marzo 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli eventuali premi ai dipendenti costituiscono un tipico caso di “rettifiche di imputazione” di costi, che devono essere imputati nell’esercizio in chiusura in applicazione del principio di competenza, nonostante siano liquidati soltanto nell’esercizio successivo.
Con la derivazione rafforzata, ai fini della deducibilità dei costi di competenza dell’esercizio, non è più richiesta, a differenza del passato, la presenza dei requisiti di certezza e determinabilità (in quanto non sono applicabili le disposizioni di cui all’art. 109 commi 1 e 2 del TUIR).

Il CNDCEC nel documento del 24 aprile 2018 prende posizione sul caso dei premi cui hanno diritto tutti i dipendenti sulla base di un accordo sindacale (in cui sono definiti i criteri e le modalità di determinazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU