X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 22 settembre 2019

FISCO

Processi sulle sole sanzioni al test di convenienza

La definizione delle violazioni formali fa cessare la materia del contendere

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 21 maggio 2019

In pendenza di lite su un atto irrogativo di sole sanzioni non collegate al tributo, il contribuente, alternativamente, può fruire della definizione delle liti pendenti (art. 6 del DL 119/2018) o della definizione delle violazioni formali (art. 9 del DL 119/2018).

Bisogna però effettuare calcoli di convenienza, in quanto tutte le liti (sempre che il ricorso sia stato notificato entro il 24 ottobre 2018) possono essere definite (al 40% o al 15%), mentre non tutte le violazioni possono essere definite ai sensi dell’art. 9 del DL 119/2018, pagando appena 200 euro.

Prendiamo l’esempio dell’omessa regolarizzazione del cessionario ex art. 6 comma 8 del DLgs. 471/97, contestata in via separata ai sensi dell’art. 16 del DLgs. 472/97 (se fosse contestata unitamente all’accertamento, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU