X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Vendita di prodotti di imprenditori agricoli senza intermediazione

L’INPS precisa che è possibile il commercio al dettaglio anche di prodotti diversi da quelli della propria azienda agricola ad alcune condizioni

/ Luca MAMONE

Giovedì, 23 maggio 2019

Con la circolare n. 76 pubblicata ieri, l’INPS ha fornito alcuni chiarimenti riferiti al corretto inquadramento previdenziale delle imprese agricole, ai fini dell’assoggettamento a contribuzione unificata, alla luce di quanto stabilito in materia di vendita al dettaglio di prodotti agricoli dall’art. 1 comma 700 della L. 145/2018 (legge di bilancio 2019).

Innanzitutto, l’INPS evidenzia che con tale disposizione, nel confermare la possibilità di esercitare la vendita al dettaglio dei prodotti agricoli e alimentari da parte degli imprenditori agricoli, singoli o associati, è stato modificato l’art. 4 del DLgs. 228/2001 specificando, al nuovo comma 1-bis, che i suddetti prodotti possono anche appartenere ad uno o più comparti agronomici diversi da quelli dei prodotti

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU