X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 16 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Prodotti derivati dalla canapa con IVA al 10%

/ REDAZIONE

Sabato, 13 luglio 2019

L’Agenzia delle Entrate, con risposta a interpello n. 232 del 12 luglio 2019, ha indicato che alcuni particolari prodotti derivati dalla canapa (“panelli di canapa”, “farina di canapa” e “olio di canapa”) sono soggetti ad aliquota IVA del 10%.

I primi due prodotti menzionati, infatti, sono riconducibili alla voce doganale 23.04 della Tariffa doganale in vigore fino al 31 dicembre 1987: “panelli, sansa di olive ed altri residui dell’estrazione degli oli vegetali, escluse le morchie”.
Il punto 88) della Tabella A, parte III, allegata al DPR 633/72 prevede che l’IVA si applichi nella misura del 10% per le cessioni di “panelli, sansa di olive ed altri residui dell’estrazione dell’olio di oliva, escluse le morchie; panelli ed altri residui della disoleazione di semi e frutti oleosi”, richiamando la voce doganale 23.04.
Inoltre, l’Agenzia chiarisce che, per i beni in questione, non sono applicabili le percentuali di compensazione per i prodotti agricoli di cui alla Tabella A, parte I, allegata al DPR 633/72.

Per quanto concerne, invece, l’olio di canapa, si applica il punto 50) della Tabella A, parte III, allegata al DPR 633/72, il quale fa rinvio alle voci della Tariffa doganale in vigore fino al 31 dicembre 1987, prevedendo l’aliquota IVA del 10% per gli “altri grassi ed oli animali destinati alla nutrizione degli animali; oli vegetali greggi destinati alla alimentazione umana od animale (v.d. ex 15.06 - ex 15.07)”.
Per il procedimento di lavorazione e per le descritte caratteristiche merceologiche dell’olio di canapa, si ritiene che il prodotto sia riconducibile alla voce doganale 15.07 della la Tariffa doganale in vigore fino al 31 dicembre 1987, titolata “Oli vegetali fissi, fluidi o concreti, greggi, depurati o raffinati”, lettera D: “altri oli” e, di conseguenza, che si renda applicabile l’aliquota del 10%.

TORNA SU