ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Indennità suppletiva alla prova dell’imputazione temporale IRAP

/ Luca FORNERO

Lunedì, 9 settembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

A differenza di quanto avvenuto in ambito IRES, ai fini IRAP l’Agenzia delle Entrate non ha mai precisato il criterio di imputazione temporale (cassa o competenza) delle indennità per la cessazione dei rapporti di agenzia.

In ordine alla determinazione del reddito d’impresa, la circolare n. 33/2013 aveva chiarito che tali oneri, anche relativamente alla componente per indennità suppletiva, sono deducibili per competenza nell’esercizio di imputazione dell’accantonamento a Conto economico. Tale impostazione è stata confermata anche dalla più recente giurisprudenza di legittimità (da ultimo, si veda Cass. n. 20946/2019).
Infatti, in seguito alla riformulazione dell’art. 1751 c.c. ad opera dell’art. 4 del DLgs. 303/91, è venuta meno la distinzione tra:
- l’indennità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU