X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Finanziamenti a stato di avanzamento lavori garantiti da ipoteca assimilabili a mutui

Secondo la Cassazione, per il tasso soglia antiusura si farà riferimento a quanto previsto ratione temporis per i mutui con garanzia reale

/ Erisa PIRGU

Sabato, 5 ottobre 2019

Con la pronuncia n. 22380/2019, la Cassazione è intervenuta sul complesso tema dell’individuazione del tasso soglia antiusura con riferimento ai contratti di finanziamento a stato di avanzamento lavori.

In tali ipotesi, un intermediario finanziario si impegna a erogare in maniera frazionata singole quote del finanziamento in relazione al progredire dei lavori: si realizza dunque una fattispecie negoziale di carattere consensuale e obbligatorio, che assolve principalmente una funzione creditizia. Frequentemente, la restituzione della somma oggetto di finanziamento viene assistita da una garanzia ipotecaria.

La fattispecie risulta strutturalmente differente rispetto alla stipulazione di un mutuo, contratto reale, a efficacia obbligatoria e unilaterale che si perfeziona soltanto con la consegna

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU