X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Transizione all’IFRS 16 con difficoltà operative per le operazioni pregresse

Assonime ha esaminato le principali criticità relative a profili contabili e fiscali alla luce delle disposizioni del DM 5 agosto 2019

/ Valeria RUSSO

Sabato, 7 dicembre 2019

Con la circolare n. 26 del 6 dicembre 2019, Assonime esamina le regole di contabilizzazione dell’IFRS 16 e la relativa fiscalità diretta alla luce delle disposizioni recate dal DM 5 agosto 2019. Molti gli spunti di riflessione offerti dal corposo documento che pone in evidenza diverse questioni – soprattutto sul piano fiscale – che meriterebbero un chiarimento da parte degli organi competenti.

In via preliminare, l’Associazione osserva che il decreto di endorsment fiscale, volto a bilanciare il recepimento dei nuovi criteri di rappresentazione contabile con l’esigenza di garantire una continuità nell’applicazione dei limiti fiscali al riconoscimento dei componenti reddituali che le imprese rilevavano in vigenza dello IAS 17, non pone limiti particolari al riconoscimento ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU