X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

FISCO

Avvisi di liquidazione da motivare adeguatamente a pena di nullità

Deve essere consentita al contribuente la valutazione sull’opportunità di prestare acquiescenza o di procedere con il ricorso

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Mercoledì, 19 febbraio 2020

La motivazione degli atti tributari non può limitarsi a una mera enunciazione di principio che non consenta l’intelligibilità delle ragioni sottese alle azioni dell’Amministrazione finanziaria; in assenza di una specifica e adeguata motivazione, infatti, è preclusa al contribuente la congrua valutazione circa l’opportunità di prestare acquiescenza o di procedere con il ricorso, con la conseguenza che l’avviso in questione deve essere annullato per violazione dell’art. 7 della L. 212/2000.
È questo l’importante principio che emerge dalla lettura della sentenza n. 4070 della Cassazione, depositata ieri, che si allinea e rafforza quanto già di recente affermato, sempre dalla Suprema Corte, con la pronuncia n. 19990/2019.

La controversia concerneva due avvisi di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU