X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 1 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Redditi esteri «in chiaro» con lo scambio automatico

Check sulle dichiarazioni pregresse per i controlli attivati, o in via di attivazione, da parte dell’Agenzia delle Entrate

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 22 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli ultimi anni hanno visto crescere in modo significativo le attività istruttorie dell’Agenzia delle Entrate sulle attività di fonte estera delle persone fisiche e sui redditi ad esse correlati.

I controlli nascono, in alcuni casi, da segnalazioni di intermediari finanziari italiani (generalmente per movimenti di capitali in uscita), ma hanno avuto quale fattore decisivo di “spinta” la piena implementazione delle procedure di scambio automatico di informazioni tra l’Italia e gli altri Stati, le quali si sono affiancate alle tradizionali (ma meno efficaci per le Amministrazioni) procedure di scambio su richiesta.

Le procedure sono più ampie nel contesto dei rapporti intracomunitari, regolato dalla direttiva 2011/16/Ue sulla cooperazione amministrativa. L’art. 8, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU