X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Politica fiscale coordinata per far fronte agli impatti economici dell’emergenza

L’OCSE ha fatto il punto sulle misure fiscali finora adottate e individuato le strategie che gli Stati dovranno adottare per rilanciare l’economia

/ Antonella DELLA ROVERE e Salvatore MATTIA

Lunedì, 11 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La pandemia di coronavirus, come affermato dall’OCSE, rappresenta la più severa crisi economica del ventunesimo secolo, subito dopo quella dell’11 settembre e della crisi finanziaria globale del 2008. A tal proposito, basti pensare che, secondo le stime OCSE, ogni mese di lockdown corrisponde a una perdita di PIL globale pari al 2%.
In tal senso, il documento pubblicato il 15 aprile 2020, “Tax and Fiscal Policy in Response to the Coronavirus Crisis: Strengthening Confidence and Resilience” offre, da un lato, una panoramica delle risposte sinora adottate dai Governi per proteggere la stabilità e la continuità aziendale delle imprese e dei lavoratori, dall’altro, le strategie che gli Stati dovranno adottare per rilanciare l’economia.

Come si evince dal report, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU