X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Sanabile il ricorso firmato dall’ex legale rappresentante

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 11 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le persone giuridiche di diritto privato stanno in giudizio mediante i soggetti che, per legge o disposizione statutaria, ne hanno la legale rappresentanza.
Ad esempio, le società di capitali stanno in giudizio mediante l’amministratore (o gli amministratori) con delega.

Sul versante processuale, di conseguenza il ricorso va presentato dalla società in persona del legale rappresentante pro tempore, di cui vanno indicate le generalità.
Di norma i poteri di rappresentanza in giudizio emergono visionando le visure camerali o gli statuti, che non devono necessariamente essere allegati al giudizio.

Possono tuttavia emergere contestazioni: la controparte pubblica potrebbe chiedere di visionare la regolarità della costituzione in giudizio, allora il contribuente dovrà depositare i documenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU