Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Il mancato acquisto non muta la natura di servizio relativo all’immobile

/ Luca BILANCINI

Giovedì, 12 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le prestazioni di servizi rese nei confronti di soggetti passivi d’imposta assumono rilevanza, ai fini IVA, in linea generale, nel Paese nel quale è stabilito il committente (art. 7-ter del DPR 633/72).
Per le prestazioni B2C, l’imposta deve essere, invece, assolta nello Stato nel quale è stabilito il prestatore, secondo le norme ivi vigenti.

In deroga alla regola generale testé menzionata, statuita dall’art. 7-ter del DPR 633/72, l’art. 7-quater comma 1 lett. a) del DPR 633/72, dispone, tuttavia, che il luogo di tassazione delle prestazioni relative a beni immobili debba essere individuato nel Paese in cui è ubicato l’immobile stesso, indipendentemente dalla natura del committente.

La normativa interna discende da quella unionale, posto che l’art. 47 della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU