Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Per gli artisti non residenti imposta italiana anche senza S.O.

La giurisprudenza esclude da tale nozione più figure, dagli opinionisti sportivi alle modelle

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 22 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La corretta delimitazione della figura di “artista” nel contesto dell’interpretazione delle norme convenzionali presenta tuttora alcuni aspetti dubbi in giurisprudenza.

Si tratta, però, di un aspetto essenziale, posto che la suddetta qualificazione implica il potere dello Stato italiano di prelevare l’imposta in capo ai non residenti anche in assenza di una base fissa della persona in Italia, cosa chiaramente preclusa se questa è un lavoratore autonomo “puro” (non artista).

In termini generali, dal 2014 il testo dell’art. 17, par. 1, del modello OCSE fa riferimento al termine “intrattenitori” (entertainers), ed in particolare agli intrattenitori dello spettacolo, del teatro, del cinema, della radio, della televisione, nonché ai musicisti. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU