Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

IL CASO DEL GIORNO

Nel mandato senza rappresentanza da considerare la qualificazione soggettiva

/ Luca BILANCINI

Mercoledì, 10 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito del mandato senza rappresentanza le prestazioni rese dal mandatario al mandante e da questi al terzo mantengono la medesima natura oggettiva (cfr., fra le altre, la R.M. 27 dicembre 1999 n. 170). Ai fini della scelta del corretto trattamento fiscale delle operazioni occorre, nondimeno, considerare i requisiti soggettivo e territoriale.

L’Amministrazione finanziaria è tornata sulla questione nella recente risposta a interpello n. 390/2022 (si veda “Il consorzio opera nell’ambito di un mandato senza rappresentanza” del 27 luglio), confermando quanto già precisato in passato (cfr., in particolare, la R.M. 11 febbraio 1998 n. 6, la R.M. 27 settembre 1999 n. 146 e la ris. 15 maggio 2002 n. 145).
Ai sensi dell’art. 1705 c.c., nel mandato senza rappresentanza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU