ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Deroga al limite retributivo per tutti gli enti del Terzo settore

La L. n. 85/2023 di conversione del DL n. 48/2023 ha abrogato il riferimento alle specifiche attività di interesse generale prima previste

/ Maddalena TAGLIABUE

Mercoledì, 19 luglio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 3 luglio 2023, la legge n. 85/2023 di conversione del DL 48/2023 ha modificato gli artt. 8 e 16 del Codice del Terzo settore (DLgs. n. 117/2017) e gli artt. 3 e 13 del decreto sull’impresa sociale (DLgs. n. 112/2017), il cui nuovo testo è in vigore dal 4 luglio scorso.
Prima di tale riforma, gli enti del Terzo settore, incluse le imprese sociali, non potevano corrispondere ai lavoratori, subordinati o autonomi, retribuzioni o compensi superiori del 40% rispetto a quelli previsti, per le medesime qualifiche, dai contratti collettivi.

Tali limiti erano derogabili solo in presenza di comprovate esigenze attinenti alla necessità di acquisire specifiche competenze ai fini dello svolgimento delle seguenti attività di interesse generale: interventi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU