X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Valutazione della continuità aziendale «al netto» dell’effetto COVID-19

Il nuovo DL vuole neutralizzare gli eventi devianti della crisi conservando una corretta valenza informativa dei bilanci anche nei confronti dei terzi

/ Ermando BOZZA

Mercoledì, 8 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella bozza del DL “liquidità” si affrontano, con una formulazione che non brilla certo per chiarezza, due tematiche fondamentali per la redazione dei bilanci 2019 e 2020: la sospensione temporanea per l’esercizio 2020 degli effetti delle perdite rilevanti di capitale (artt. 2446, 2447, 2482-bis; 2482-ter, 2484 n. 4 e 2545-duodecies c.c.) e la deroga alle ordinarie procedure di valutazione del presupposto della continuità aziendale ex art. 2423-bis c.c. Si tratta, in realtà, di due facce della stessa medaglia in quanto, in assenza di espresse previsioni normative, gli effetti dell’emergenza pandemica e dei collegati provvedimenti restrittivi avrebbero determinato incertezze significative sulla continuità aziendale con effetti dirompenti.

In considerazione della situazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU