X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Antiriciclaggio: per il professionista, approccio basato sul rischio

Il GAFI ha aggiornato le raccomandazioni, stabilendo che la corretta valutazione del rischio è determinante nell’adeguata verifica della clientela

/ Annalisa DE VIVO

Martedì, 21 febbraio 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

In materia di antiriciclaggio, cresce l’importanza dell’approccio basato sul rischio nell’ambito degli obblighi di adeguata verifica della clientela imposti al professionista dal DLgs. 231/2007. Lo conferma anche il GAFI, che lo scorso 16 febbraio ha pubblicato l’aggiornamento delle proprie raccomandazioni per fornire un efficace riferimento nel contrasto ai fenomeni del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo. Le nuove raccomandazioni, a cura della Financial Action Task Force (FATF), rafforzano obblighi e adempimenti in situazioni ad alto rischio, imponendo agli Stati membri un innalzamento del livello generale di allerta: in caso di valutazione negativa da parte del GAFI, il Paese “richiamato” rischierebbe, infatti, l’eliminazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU