X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Incostituzionale la notifica della cartella di pagamento all’irreperibile

Non ha giustificazione l’art. 26 del DPR 602/73, nella parte in cui legittima la sola affissione dell’atto all’albo comunale per la momentanea irreperibilità

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 23 novembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte Costituzionale, con la sentenza 258 depositata ieri, ha dichiarato l’illegittimità dell’art. 26 del DPR 602/73 nella parte in cui prevede che, in ogni caso di irreperibilità quindi anche in quella temporanea, la notifica possa avvenire ai sensi dell’art. 60, comma 1, lett, e) del DPR 600/73, ovvero mediante semplice deposito dell’atto presso la casa comunale.

Varie volte sulle pagine di questa testata ci siamo soffermati sull’argomento, vista la sua rilevanza, e, in armonia con quanto sostenuto dai giudici, era stato affermato che una tale interpretazione è radicalmente opposta ai principi che stanno alla base dello Stato di diritto (si vedano “Alla Consulta la disciplina sulle notifiche delle cartelle di pagamento” del 3 settembre 2010, e “ ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU