ACCEDI
Domenica, 14 aprile 2024

PROFESSIONI

Spending review, allo Stato 600 mila euro in due anni dalla Cassa Dottori

Per il Consiglio di Stato, la legge si applica anche alle Casse private. Guffanti: «Abbiamo pagato, ma è ora di farsi sentire»

/ Savino GALLO

Sabato, 1 dicembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Duecentomila euro nel 2012 e circa il doppio nel prossimo anno. Tanto costerà, alla Cassa Dottori commercialisti, l’inclusione delle Casse di previdenza private all’interno dell’elenco Istat delle Pubbliche Amministrazioni, sancita dal Consiglio di Stato con la sentenza del 28 novembre 2012 n. 6014. Tutti gli enti inseriti in quell’elenco, infatti, dovranno sottostare al regime dei tagli imposti dal Governo con la legge 135/2012 (spending review) che, tra l’altro, obbliga a versare allo Stato i risparmi sui consumi intermedi, nella misura del 5% nel 2012 e del 10% nel 2013 (calcolati sulle spese di funzionamento registrate nel 2010).

Si tratta, come detto, di circa 200mila euro per il solo 2012, che la Cassa Dottori ha già versato allo Stato (il termine scadeva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU