X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 29 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Affrancamento derogatorio «una tantum» perfezionato dall’imposta sostitutiva

La circ. n. 12/2013 esamina il tema del riallineamento dei plusvalori iscritti nelle partecipazioni di controllo, soffermandosi sugli aspetti dichiarativi

/ Elena SPAGNOL

Lunedì, 6 maggio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolare Agenzia delle Entrate n. 12 del 3 maggio 2013, ripercorre le regole relative al riallineamento derogatorio “una tantum” di cui ai commi 10-bis e 10-ter dell’art. 15 del DL 185/2008, introdotte dall’art. 23 commi da 12 a 15 del DL 6 luglio 2011 n. 98, soffermandosi in particolare sulla modalità di perfezionamento dell’opzione per il regime sostitutivo.
L’affrancamento derogatorio una tantum si applica ai maggiori valori delle partecipazioni di controllo, per la parte di essi che si riferisce a “sottostanti” valori di avviamento, marchi e altre attività immateriali, iscritti a bilancio a seguito di una delle operazioni di conferimento d’azienda, fusione o scissione, oppure di un’operazione di cessione d’azienda o cessione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU