X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Per il Ministero dell’Economia, nessuna sanzione per i professionisti senza POS

Il MEF «avalla» l’interpretazione del Consiglio nazionale forense, per il quale la normativa introduce un onere e non un obbligo giuridico

/ Michela DAMASCO

Giovedì, 12 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Zero sanzioni per i professionisti che non dovessero munirsi di POS: in sintesi, è questo l’orientamento espresso dal Ministero dell’Economia e delle finanze, che ieri, tramite il Sottosegretario Enrico Zanetti, ha fornito chiarimenti al riguardo in risposta all’interrogazione n. 5-02936 in Commissione Finanze alla Camera.

Prima di tutto – come ricordato nel testo della risposta – il decreto interministeriale 24 gennaio 2014 contiene definizioni e ambito di applicazione dei pagamenti con carte di debito e dà attuazione all’art. 15 del DL 179/2012, come modificato dall’art. 9, comma 15-bis del DL 150/2013 convertito.

Nel dettaglio, l’art. 2 del decreto interministeriale, al comma 1, stabilisce che l’obbligo di accettare pagamenti effettuati attraverso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU