X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Stesso regime IVA di un contratto di affitto in tutte le sue fasi

/ Simonetta LA GRUTTA

Venerdì, 26 settembre 2014

Il perdurare della crisi economica comporta la cessazione anzitempo delle attività d’impresa più spesso di quanto non preveda il normale fluire del mercato. Tra le conseguenze di queste cessazioni vi è anche la risoluzione anticipata del contratto di locazione ad uso commerciale dell’immobile nel quale si svolgeva l’attività.

In molti casi, le parti raggiungono un accordo transattivo secondo cui il conduttore corrisponde al locatore una somma a fronte della risoluzione anticipata del contratto. Se il locatore è un soggetto passivo IVA, vi è la necessità di comprendere quale sia il trattamento IVA applicabile all’operazione, partendo dall’individuazione della natura civilistica della somma corrisposta dal conduttore. Generalmente si ritengono due i casi possibili.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU