Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

LAVORO & PREVIDENZA

Un applicativo verifica i requisiti per l’incentivo all’occupazione dei giovani

L’«utility» appura l’assenza di pregressi contratti a tempo indeterminato del soggetto

/ Francesca TOSCO

Lunedì, 12 marzo 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’incentivo strutturale per l’occupazione stabile introdotto dalla legge di bilancio 2018 per l’effettuazione, a partire dall’anno in corso, di assunzioni con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti – consistente nell’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per un periodo massimo di 36 mesi nel limite di 3.000 euro annui – si presenta, per la parte datoriale, come un’agevolazione generalizzata, esclusa come tale dalla disciplina comunitaria limitativa degli aiuti di Stato. Essa risulta, infatti, destinata a tutti i datori di lavoro privati (imprenditori e non), senza essere idonea a determinare vantaggi a favore di talune imprese o settori produttivi o aree geografiche.

Con riferimento ai lavoratori ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU