X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 17 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Giudizio sul piano del consumatore complesso con finanziamenti a catena

Il giudizio spetta al giudice ma coinvolge in fase preliminare l’organismo di composizione della crisi

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Mercoledì, 13 novembre 2019

In materia di piano del consumatore, a mente dell’art. 12-bis comma 3 della L. 3/2012, il giudice, verificata la fattibilità del piano e l’idoneità dello stesso ad assicurare il pagamento dei crediti impignorabili, dei tributi costituenti risorse proprie dell’Unione europea, dell’IVA e delle ritenute operate e non versate, deve formulare il giudizio sulla meritevolezza del consumatore.

Deve escludere che il consumatore abbia assunto le obbligazioni senza la ragionevole prospettiva di poterle adempiere ovvero che abbia colposamente determinato il proprio sovraindebitamento, anche per mezzo di un ricorso al credito non proporzionato alle proprie capacità patrimoniali.  Il giudizio di meritevolezza, giudizio complesso, variabile a seconda del caso concreto, rappresenta una

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU