X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 27 settembre 2020

FISCO

Più dubbi che certezze sul superamento del limite di 200.000 euro negli appalti

Gli esempi formulati dall’Agenzia nella circolare n. 1/2020 su arco temporale e pro rata temporis non semplificano la verifica della soglia

/ Enrico ZANETTI

Venerdì, 14 febbraio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 4 comma 1 del DL n. 124/2019, conv. L. n. 157/2019, ha introdotto nel DLgs. n. 241/97 il nuovo art. 17-bis, recante una serie di obblighi di controllo e di divieti alla compensazione tra debiti e crediti tributari destinata a operare con riguardo ai rapporti negoziali, comunque denominati, per il compimento di uno o più opere e di uno o più servizi, caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest’ultimo, o comunque a esso riconducibili in qualunque forma.

Al fine di limitare i nuovi obblighi e divieti ai rapporti negoziali più rilevanti ed escludere quindi le c.d. “micro-commesse”, l’art. 17-bis comma 1 del DLgs. 241/97 circoscrive l’ambito ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU