X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 19 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nota di variazione «anticipata» solo per le procedure avviate dal 26 maggio 2021

Assonime critica l’impostazione richiedendo l’applicabilità anche alle procedure pregresse

/ Emanuele GRECO e Antonio NICOTRA

Martedì, 8 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’art. 18 del DL 73/2021 (in corso di conversione in legge), è stata rinnovata la disciplina delle note di variazione IVA in diminuzione nel caso in cui, a seguito del mancato pagamento del corrispettivo, il cessionario o committente sia assoggettato a una procedura concorsuale.
Assonime, con la circolare n. 17 di ieri, ha commentato la novità legislativa, applicabile alle procedure “avviate” dal 26 maggio 2021 (data di entra in vigore del DL 73/2021), auspicando che possa essere estesa, in sede di conversione, anche a quelle iniziate anteriormente alla suddetta data e non ancora concluse.

Assonime mette in luce come la decorrenza prevista dal legislatore impedisca il recupero dell’IVA “per le situazioni di crisi innescate dell’emergenza sanitaria, e cioè

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU