X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Sul beneficiario effettivo, la Cassazione gioca duro

Prova addossata sul sostituto d’imposta, ma rimangono spazi per escludere la responsabilità

/ Paolo ARGINELLI e Mario TENORE

Mercoledì, 28 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 17746/2021 la Corte di Cassazione è tornata a esprimersi in tema di beneficiario effettivo con riferimento a un pagamento di royalties effettuato da una società fiscalmente residente in Italia in favore di una propria consociata residente nei Paesi Bassi, sul quale la società italiana aveva operato un prelievo alla fonte del 5% in applicazione dell’art. 12 della Convenzione tra i due Stati.
La sentenza, in termini generali, ribadisce un orientamento che può dirsi oramai consolidato secondo cui “beneficiario effettivo” è il soggetto che abbia la reale disponibilità giuridica ed economica del reddito (Cass. nn. 27113/2016 e 32840/2018).

Il riferimento alla disponibilità economica appare criticabile, in quanto introduce un parametro estremamente vago nell’analisi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU