X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Il magazzino in Italia non è compreso nell’azienda extra Ue ceduta

/ Luca BILANCINI

Giovedì, 28 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Confermando una linea interpretativa già assunta recentemente (cfr., in particolare, la risposta a interpello n. 536/2021; si veda “Fuori campo IVA la cessione dei marchi dell’azienda svizzera” del 19 agosto 2021), l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la cessione di beni presenti nel territorio italiano ha rilevanza ai fini IVA, pur se posta in essere nell’ambito di una cessione di azienda, qualora detta azienda sia situata in uno Stato extra Ue (cfr. risposta a interpello Agenzia delle Entrate 30 settembre 2021 n. 637).

Emerge, dalla lettura dei documenti di prassi, un dato significativo: l’operazione viene valutata preminentemente sotto un profilo territoriale, al di là della causa originaria del negozio e delle intenzioni delle parti (che, nel caso di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU