X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 7 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La cancellazione della società estingue anche le sanzioni

Nemmeno liquidatori e amministratori rispondono per le sanzioni

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 22 novembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Mediante la sentenza n. 29112 depositata lo scorso 29 ottobre, la Cassazione ha confermato la tesi secondo cui i soci di società di capitali, dopo la cancellazione della società, non rispondono delle sanzioni.
Si tratta di un principio della massima importanza, che era già stato enunciato con la sentenza della Cassazione del 7 aprile 2017 n. 9094.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 2495 del codice civile, una volta estinta la società di capitali, i soci rispondono solo se e nella misura in cui hanno riscosso somme da bilancio finale di liquidazione.
Ciò indipendentemente dal sopravvenuto art. 28 comma 4 del DLgs. 175/2014, che legittima gli uffici a notificare qualsiasi atto impositivo alla società per il quinquennio successivo alla richiesta di cancellazione.

A nostro avviso, in questo iato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU