ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Doppia previsione di nomina del commissario giudiziale

/ Tommaso NIGRO

Venerdì, 23 dicembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La figura del commissario giudiziale assume, nel nuovo assetto declinato dal DLgs. 14/2019, un’importanza decisiva, con un ruolo che ne esce indubbiamente rafforzato prevedendo, non senza dubbi interpretativi, l’obbligatorietà della nomina nella fase c.d. “prenotativa” e una residua facoltatività negli altri casi.

Un’attenta lettura dell’impianto normativo restituisce, infatti, il quadro di una doppia previsione di nomina inducendo a dover necessariamente distinguere tra la fase di accesso al procedimento unitario in forma “piena” e le altre ipotesi di ingresso veicolate attraverso la fase c.d. “prenotativa”.

Partendo da tale ultima disposizione, il riformato art. 44 comma 1 lett. b) dispone che, qualora il debitore abbia presentato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU