X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 21 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Accesso a corsi di formazione con IVA del luogo dell’evento

Secondo la Corte Ue è irrilevante che l’attività sia subordinata a iscrizione e pagamento

/ Emanuele GRECO

Giovedì, 14 marzo 2019

La Corte di Giustizia Ue, con la sentenza di ieri relativa alla causa C-647/17, si è pronunciata in merito al regime di territorialità IVA per l’accesso a manifestazioni culturali, artistiche, sportive, educative, fieristiche e simili. A livello nazionale la disciplina è contenuta nell’art. 7-quinquies lett. b) del DPR 633/72, mentre a livello comunitario la norma di riferimento è l’art. 53 della direttiva 2006/112/CE.
Il criterio di territorialità, nella fattispecie, prevede che l’operazione, se effettuata nei confronti di un soggetto passivo (B2B), abbia rilevanza ai fini IVA nel luogo in cui essa è svolta materialmente.

Come stabilisce l’art. 32 del Regolamento Ue n. 282/2011, i servizi relativi all’accesso alle manifestazioni hanno quale caratteristica ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU