X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 22 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Da sanare il mancato impegno allo scioglimento della società di comodo

/ Luisa CORSO

Lunedì, 21 gennaio 2019

L’Agenzia delle Entrate (art. 1 del provv. n. 23681/2008) prevede la disapplicazione automatica della disciplina delle società non operative per le società “in stato di liquidazione” che, con impegno assunto in dichiarazione dei redditi, richiedono la cancellazione dal Registro delle imprese entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi successiva.

La disapplicazione riguarda il periodo d’imposta “in corso” alla data di assunzione dell’impegno alla cancellazione, quello precedente, quello successivo, nonché l’unico periodo d’imposta che comprende l’intero periodo di liquidazione nei casi in cui la liquidazione si protrae oltre l’esercizio in cui ha avuto inizio.

In pratica, se una società è stata posta in liquidazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU