X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 22 settembre 2019

IL CASO DEL GIORNO

Accordo in sede sindacale valido solo con effettiva assistenza del lavoratore

/ Giada GIANOLA

Giovedì, 13 giugno 2019

Al fine di diminuire il contenzioso, il legislatore ha previsto la facoltà delle parti di conciliare le controversie di lavoro sia davanti al giudice (in tal caso si parla di conciliazione giudiziale), sia stragiudizialmente, in sede sindacale con l’assistenza del rappresentante dell’organizzazione sindacale cui il lavoratore è iscritto (art. 412-ter c.p.c.) o dinanzi alle commissioni di conciliazione istituite presso gli uffici dell’Ispettorato territoriale del lavoro (art. 410 c.p.c.).

Con particolare riferimento alle conciliazioni in sede sindacale, le stesse devono svolgersi presso le sedi e con le modalità previste dai contratti collettivi sottoscritti dalle associazioni sindacali maggiormente rappresentative.
Se l’accordo ha ad oggetto una rinuncia o una transazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU