X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 17 novembre 2019

FISCO

Non deducibili i contributi facoltativi per prestazioni lavorative all’estero

Decisiva la circostanza che il soggetto all’epoca non fosse fiscalmente residente e tassato in Italia

/ Alice BOANO

Sabato, 20 luglio 2019

Non sono deducibili i contributi facoltativi versati a un ente previdenziale lussemburghese da parte di un contribuente che, all’epoca della prestazione lavorativa, non era residente in Italia.
A chiarirlo è la risposta a interpello n. 284, pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate.

Un soggetto aveva lavorato in Lussemburgo negli anni 1989-2002 e aveva versato i contributi previdenziali alla Caisse Nationale d’Assurance Pension (CNAP). Dopo tale periodo, non aveva più lavorato e attualmente percepisce esclusivamente redditi da locazione di immobili.
In base alla normativa lussemburghese, la CNAP aveva riconosciuto l’anzianità relativa al periodo di studi, non coperto da contribuzione obbligatoria, dal compimento del diciottesimo anno fino al conseguimento della laurea, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU