X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 1 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Scattano gli adempimenti IVA se l’ENC acquista servizi esteri

/ Corinna COSENTINO

Mercoledì, 18 settembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli enti non commerciali soggetti passivi IVA che acquistano servizi all’estero rilevanti in Italia nello svolgimento dell’attività istituzionale sono tenuti ad adempiere specifici obblighi dichiarativi e di versamento ai fini IVA.

Preliminarmente, va ricordato che, ai sensi dell’art. 4 comma 4 del DPR 633/72, si qualificano come enti non commerciali gli enti pubblici e privati che non hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali o agricole e che, pertanto, sono soggetti all’imposta limitatamente alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate nello svolgimento di queste ultime. Inoltre, a norma dell’art. 7-ter comma 2 lett. b) del DPR 633/72, gli enti in parola si considerano soggetti passivi IVA, ai fini dell’applicazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU