X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 26 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Finanziamento stipulato all’estero da soggetti italiani e con effetti in Italia elusivo

I giudici riconoscono l’elusività ma ritengono inapplicabili le garanzie procedurali dell’accertamento dell’abuso del diritto

/ Caterina MONTELEONE

Lunedì, 26 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Commissione tributaria regionale per le Marche, con la sentenza 10 settembre 2020 n. 500/2/20, ha affermato che, ai fini dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti, è elusivo il contratto di finanziamento intercorso tra due soggetti entrambi italiani, i cui effetti si producono nel territorio italiano, ma stipulato all’estero.

Nella fattispecie oggetto del contenzioso, il contratto di finanziamento, il quale non prevedeva il rilascio di garanzie, formalmente era stato firmato a San Marino, dove l’imposta di registro era pari a circa 100 euro, mentre nel caso in cui fosse stato stipulato in Italia avrebbe scontato l’imposta sostitutiva sui finanziamenti pari a circa un milione di euro.
I giudici, verificato che tutti gli effetti del contratto si realizzavano in Italia, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU