X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rivalutazione dei beni d’impresa compatibile con il rent to buy

/ Mario BONO e Cecilia PASQUALE

Lunedì, 17 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Una società che ha effettuato la rivalutazione dei beni d’impresa che si trovi a concludere un contratto di rent to buy relativamente a un immobile oggetto di rivalutazione potrebbe chiedersi se la stipula di tale contratto configuri una cessione di beni nel corso del “periodo di sorveglianza”, con conseguente decadenza dei benefici derivanti dalla rivalutazione, posto che il contratto potrebbe concludersi con l’acquisto dell’immobile da parte del conduttore.

L’attuale legge di rivalutazione, infatti, prevede, all’art. 110 comma 5 del DL 104/2020, un “periodo di sorveglianza” triennale ai soli fini della determinazione delle plusvalenze e delle minusvalenze. L’art. 3 comma 3 del DM 19 aprile 2002 n. 86, cui il DL 104/2020 rinvia, dispone, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU