Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ottemperanza esclusa per il diniego di riduzione dell’ipoteca

L’art. 70 del DLgs. 546/92 andrebbe rimesso alla Corte Costituzionale

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 19 aprile 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Purtroppo, è stata depositata dalla Corte di Cassazione una sentenza che, in modo netto e peraltro conforme al sistema processuale tributario attuale, afferma che le sentenze sugli atti c.d. negativi in sostanza non sono esecutive sino al giudicato.

Mediante la sentenza n. 11908 depositata il 12 aprile 2022, viene infatti sancito che il giudizio di ottemperanza, dopo le innovazioni apportate dal DLgs. 24 settembre 2015 n. 156, può essere esperito anche a seguito delle sentenze del giudice tributario non definitive.

Deve però trattarsi di sentenze di condanna alla restituzione di somme, quindi relative a ricorsi contro atti impositivi che presuppongono il pagamento di importi o contro dinieghi di rimborso.
Non può, di conseguenza, essere attivato a seguito della sentenza che annulla il diniego

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU